Dare la Valutazione del Rischio al Cliente? Tu cosa fai?

le cose da sapere sono tante, e i tecnici si confrontano, se possono, nei Forum. E lì si trova spesso questo tipo di domanda:

“Buon pomeriggio,

sto notando, in quest’ultimo periodo, che sempre più spesso i nostri clienti europei (costruttori di impianti) ci richiedono una copia dell’analisi dei rischi delle macchine che acquistano presso di noi e che integrano nel loro impianto.

Possono chiedermelo? E io posso rifiutarmi di dare queste informazioni?
La vedo come una divulgazione della “proprietà intellettuale”.

Noi abbiamo fatto l’analisi dei rischi e il fascicolo tecnico, la macchina è sicura e il manuale contiene tutte le informazioni necessarie (avv. di sicurezza, individuazione dei ripari, ecc.).
Non siamo in presenza di “incidente”, vogliono solo facilitarsi il lavoro per la costituzione del fascicolo tecnico dell’impianto.

Cosa ne pensate? Cosa rispondereste al vostro cliente?
Grazie”

Tu cosa risponderesti?

Un fascicolo tecnico ben fatto ed accurato, contiene disegni – calcoli – valutazioni e scelte di progettazione: è un segreto industriale.

quindi:

Solo le autorità competenti come il Ministero dello Sviluppo Economico o un PM in caso di incidente lo possono chiedere e pretendere. Non averlo in quei casi apre un vero e proprio casino.

Ho visto un PM inviare i carabinieri a casa dell’imprenditore al solo fine di dimostrare che il Fascicolo non esisteva…

Invece la Valutazione del Rischio è solo un componente del Fascicolo e può essere data senza rivelare troppo. Magari è sufficiente omettere qualche particolare troppo “segreto”.

ma si può dare, allo scopo di consentire a chi acquista la macchina di poterla mettere insieme ad altre o redigere meglio il suo DVR:

Non è un diritto, ma può far parte della trattativa commerciale.  Inoltre, a mio parere, incontrare clienti attenti e preparati può essere meglio.

Apprezzeranno di più il lavoro ben fatto e una macchina sicura.

Saranno probabilmente disponibili a scegliere un fornitore che vende macchinari sicuri, invece di chiedere risparmi sulle protezioni.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *